“Senti le rane” di Paolo Colagrande

IMG_20150721_194855

Uno deve sempre partire dal titolo e io, davanti a questo titolo, ho aperto mente e cuore. I miei pensieri e le mie emozioni sono tornate indietro, a quando poco più che bambina, a caccia di rane ci andavo davvero e le sentivo cantare…nel libro le rane sono protagoniste in poche pagine, anche se una volta letta tutta la storia, è facile riconoscerci bene quel canto di rane…una scrittura ironica, come lo è Paolo, che affronta la provincia non come provincialismo, ma come un certo modo divenire a sapere le cose. I protagonisti ci portano a scoprire le avventure di un ebreo convertito al cattolicesimo, che diventa prete, che tutti credono santo…ma la santità non è abbastanza forte da resistere all’umanità e forse questa è la regola più vera che possiamo ritrovare nella vita di tutti…un libro che ho amato al primo sguardo, un colpo di fulmine che si è rivelato un vero amore. Sarà stata quella rana a far scoccare la scintilla, immagine che m’ha riportato indietro, ad un mondo che mi porto dentro, ovunque io vada, ovunque io sia.