Per chi suona la campana

11931142_523396621147927_1707513000_n

“Poi furono insieme così che mentre la lancetta si muoveva, invisibile adesso, sull’orologio, seppero che niente poteva accadere mai più a uno di loro senza che accadesse all’altro, che nient’altro poteva mai essere più importante di questo; che questo era tutto e sempre; questo era il passato, e il presente e qualunque cosa fosse per venire. Questo non avrebbero dovuto averlo, eppure l’avevano.” Così, in Per chi suona la campana, Hemingway racconta l’amore. Comprai questo libro su una bancarella di libri usati…3000 lire ben spese. Un libro che amo, come amo i suoi “49 racconti”. Un’esperienza di lettura unica Hemingway, un autore che ho scoperto da giovanissima, quindi un amore di gioventù, che è la stagione della vita in cui più si semina. Ora, i semi, sono diventati piante robuste, mi ci arrampico ancora, fatico poi, dopo la lettura, a tornare giù dall’albero, alla realtà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...