“Una storia quasi solo d’amore” di Paolo di Paolo

9788807031779_quarta.jpg

Ho finito da qualche ora di leggere “Una storia quasi solo d’amore” di Paolo Di Paolo, edito da Feltrinelli.

Così questa storia è ancora tutta in superficie, a fior di pelle. Ma questo suo essere così in superficie, non le ha impedito di penetrarmi. Sono stata sconvolta da questa scrittura, da queste pagine che raccontano la storia di Teresa e Nino.

Siamo ad ottobre, davanti a un teatro. Qui tutto comincia. Si, perché Nino e Teresa sembrano cominciare a vivere in questo preciso istante. Età distanti, i trenta di lei, i venti di lui. Ma la vita è quel miracolo capace di annullare il tempo e per questo forse, i due protagonisti si incontrano…per vivere il miracolo.

Le loro vite si incontrano e fioriscono, lo fanno in questo racconto narrato da tre voci intrecciate, quella dei protagonisti già citati e quella di Grazia, zia di Teresa e insegnante di teatro di Nino. I punti di vista sono moltiplicati e tutti sono in sintonia, pur essendo voci completamente diverse. Una scrittura quasi teatrale, una messa in scena che riconsegna la storia di questa coppia con immediatezza.

Il miracolo della vita. Io ci ho trovato questo e lasciatemi dire che per me, un libro, deve fare solo questo. Una volta che lo hai letto, ti viene voglia di rileggerlo. Ci sono passi che hai voglia di imparare a memoria, come per portarteli dietro sempre. Una storia d’amore contemporanea, del nostro tempo, libera dal fardello di certi modi di scrivere che non sanno liberarsi da volgarità e ovvietà.

Due vite ordinarie che si incontrano e scelgono di viversi. Questo libro è speranza per un cuore rotto, è specchio per un cuore innamorato, è puro diletto per chi, da solo, ha scelto di attraversare il proprio cammino.

Nino e Teresa: oggi uscendo per strada, cercherò la loro immagine e magari, con attenzione guardando la troverò. Paolo me li ha consegnati, me li ha fatti conoscere. Sarà impossibile dimenticarli.

Un pensiero su ““Una storia quasi solo d’amore” di Paolo di Paolo

Rispondi a tararabundidee Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...